Il 31 maggio di ogni anno, la statua di Sant’Antonio, viene deposta dalla nicchia che normalmente lo ospita per essere esposta ai fedeli per i successivi 13 giorni. Dopo la Santa Messa, la statua viene esposta sul sagrato e numerose donne, portando panni da casa, si accingono a spolverare la statua. La tradizione vuole che i pezzi di stoffa ricoperti di polvere sacra vengano divisi e distribuiti a varie famiglie che custodiranno il panno come una reliquia sacra. Alla fine della messa serale, dopo aver baciato la reliquia del santo, viene offerto a tutti il pane benedetto di S. Antonio. Questo periodo, chiamato appunto “Tredicina”, è caratterizzato dal pellegrinaggio dei devoti presso la statua del Santo in cerca di grazie. La chiesa appare totalmente addobbata con stoffe e gigli bianchi. Abitualmente la festa di S. Antonio dura 3 giorni. La festa inizia la mattina del 12 giugno; le strade si popolano di venditori ambulanti e vengono organizzati spettacoli musicali. Il 13 giugno è il giorno principale della festa; durante il mattino la banda musicale suona itinerante per le strade del paese. La Santa Messa è seguita dall’affollata processione che termina con scenografici fuochi pirotecnici.