carlantini
Martedì, 13 Ottobre 2015 21:23

Trabucchi, il restauro parte ma con i soldi dei privati

Il proprietario del trabucco al lavoro Il proprietario del trabucco al lavoro

Chiacchiere. Solo chiacchiere. Parte il restauro dei "trabucchi" (macchina da pesca in legno tipica del Gargano di cui rappresenta un autentico aspetto tradizionale) ma con i soldi dei privati e non certo per i fondi pubblici promessi in occasione della loro riapertura. Il primo trabucco interessato da lavori di consolidamento è quello di "Molinella", lungo la costa Vieste. Sotto la visione del presidente dell'Associazione "La Rinascita dei Trabucchi", Gianni Spalatro, i titolari di questa struttura stanno sostituendo le antenne e altre parti del trabucco per metterlo in sicurezza per meglio sopportare le mareggiate invernalki. La rinascita dei giganti di legno è iniziata, ma solo con quei pochi fondi racimolati grazie alle 1805 visite guidate e alle dimostrazioni di pesca fatte proprio sul trabucco di Molinella. Nessuno ha visto i 200mila euro promessi dalla Regione Puglia, ma ad oggi  oltre a tutelarli con un'apposita legge, li ha solo  inseriti  nel programma "Puglia Open Days".