carlantini
Mercoledì, 15 Luglio 2015 22:40

Il franco-provenzale e l'arbëreshë in mostra a Roma

Lo spazio dedicato alle minoranze del Sud Lo spazio dedicato alle minoranze del Sud

Ci sono anche momenti di cultura franco-provenzale e "arbëreshë" (le minoranze linguistiche della Capitanata) nella mostra “L’Italia dalle molte voci” che si sta svolgendo presso il Museo delle arti e tradizioni popolari di Roma. Un percorso per oggetti, immagini e costumi tra le minoranze linguistiche, autoctone o insediate da secoli sul territorio nazionale come quelle dei Monti Dauni e dell'Alto Tavoliere. L’obiettivo è quello di rappresentare il tema delle migrazioni, sempre più attuale. Sono ben dodici le comunità alloglotte del Paese, giunte per ragioni storico-politiche o di antico insediamento: tutto il territorio, isole comprese, ne ospita, soprattutto al Sud. Sulle Alpi sono presenti comunità di lingua occitana, franco-provenzale come in Puglia, germanica; il Molise parla echi di slavo e albanese; la Puglia e la Calabria cantano in greco e in arbëreshe.

Il patrimonio del Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari sul tema è ampio e multiforme e spazia dalle fogge del vestire agli strumenti di lavoro e di vita quotidiana. L’archivio fotografico del Museo ha restituito inoltre una documentazione storica di grande suggestione che, nell’ambito della mostra, è proposta in un itinerario visivo“L’Italia dalle molte voci” rappresenta un’occasione unica in cui sarà possibile ritrovare testimonianze provenienti da località di lingua albanese, croata, francoprovenzale, friulana, galloitalica, greca, ladina, occitana e walserLa mostra è visitabile presso la sala “Lamberto Loria” del Museo della Capitale fino al 9 settembre.

Info e contattiwww.idea.mat.beniculturali.it/
Tel: (39) 06 5926148 - (39) 06 5910709 Fax: (39) 06 5911848 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Trasporti: Metro Linea B (EUR Fermi) - Autobus 30 Express, 170, 671, 703, 707, 714, 762, 765, 791