carlantini
Sabato, 29 Aprile 2017 21:29

La Cavalcata degli Angeli, momento di fede e folklore

La Cavalcata degli Angeli La Cavalcata degli Angeli Foto CDP Service

Anche quest'anno si è rinnovato il tradizionale appuntamento con la Cavalcata degli Angeli che si svolge il giorno prima della solennità della Madre di Dio Incoronata di Foggia. Anche nell’edizione di ieri, che si aggiunge alla plurisecolare manifestazione di devozione verso la Madonna Nera, migliaia di persone hanno assistito alla parata di scenografici carri addobbati in suo onore e popolati da figuranti in costume nonché di pellegrini i quali tra canti e preghiere hanno compiuto con essi tre giri attorno al santuario e al vastissimo ed antistante piazzale a “L”.

La Cavalcata degli Angeli trova la sua ragion d’essere nel prodigioso episodio per cui, secondo la tradizione, all’alba dell’ultimo sabato di aprile dell’anno 1001 (più di mille anni fa) la Vergine Maria Incoronata apparve su una quercia al Conte di Ariano Irpino impegnato in una battuta di caccia nel bosco circostante e a cui raccomandò la costruzione di una cappella in suo onore assicurando le grazie a chi l’avesse pregata in quel luogo. Vi fu anche una Cavalcata di Angeli che posero tre corone sulla testa della Madre di Dio che perciò fu detta Incoronata. Tale apparizione mariana, col contemporaneo ritrovamento della relativa statua, interessò anche il pastore Strazzacappa, che aveva visto nello stesso luogo i suoi buoi inginocchiati ed in seguito al prodigio trasformò la sua caldarella in lampada votiva ad olio e la appese alla medesima quercia.

Alla Cavalcata degli Angeli hanno preso parte numerosi devoti della Madonna Incoronata provenienti da diversi comuni della provincia di Foggia, della Puglia, della Basilicata, dell’Abruzzo e Molise. Al termine della scenografica e religiosa parata sono state aperte ai fedeli le porte della Basilica Santuario dove si è celebrata la S. Messa ed è stato possibile rendere omaggio alla celebre statua della Madre di Dio Incoronata.