carlantini
Sabato, 11 Febbraio 2017 21:56

Apricena, Renato Marengo rende omaggio a Matteo Salvatore

Renato Marengo sulla tomba di Matteo Salvatore Renato Marengo sulla tomba di Matteo Salvatore Foto CDP Service
«Un omaggio dovuto, all'artista e all'uomo. Una tappa necessaria nel mio viaggio che mi ha portato sul Gargano, a Carpino». Così Renato Marengo, giornalista, critico musicale e produttore discografico che, questa mattina, su invito di Terra di Capitanata, ha fatto tappa nel cimitero di Apricena per recarsi sulla tomba monumentale del cantastorie Matteo Salvatore voluto anche dal nostro Centro Studi«Ho avuto il piacere e il privilegio di intervistarlo per la Rai - aggiunge Marengo - ed è stato un interessante momento di conoscenza che mi ha dato la possibilità di interfacciarmi con un artista unico nel suo genere, capace di fondere le esigenze sociali con la rabbia della sua generazione».
Il giornalista - che ha prodotto nomi di rilievo della musica popolare italiana come la Nuova Compagnia di Canto Popolare, Eugenio Bennato e Teresa De Sio - ha anche un altro motivo che lo lega alla figura di Matteo Salvatore. Suo figlio, Davide Marengo, è il regista di "Craj", il film che racconta di un viaggio nella musica popolare pugliese, con particolare attenzione a Matteo Salvatore e ai Cantori di Carpino«E' vero - conclude Marengo -: con mio figlio parliamo spesso di Matteo Salvatore e del suo messaggio artistico. Sarebbe interessante valorizzarne il messaggio culturale».